mercoledì 23 gennaio 2013

I 10 LIBRI PEGGIORI DEL 2011

LA CLASSIFICA DEI 10 LIBRI PEGGIORI PUBBLICATI IN ITALIA

ECCOCI DI NUOVO CON UN'ALTRA CLASSIFICA. QUESTA VOLTA LA CLASSIFICA VERTE I LIBRI PUBBLICATI NEL 2011. NON SARO' CERTO CLEMENTE IN QUANTO IL BEST-SELLER NON SEMPRE E' SINONIMO DI QUALITA'. ANZI! IL PIU' DELLE VOLTE IL BEST-SELLER E' UN LIBRO PER SEMPLICIOTTI O PER PERSONE CHE NON CONOSCONO MINIMANENTE LA VERA LETTERATURA, OSSIA QUELLA CHE FORMA E ISTRUISCE. MI SPIACE PER GLI AUTORI DEI LIBRI MA (COME DICO SEMPRE) PRIMA DI PUBBLICARE UN LIBRO VERIFICHIAMO SE IL LIBRO HA VALORE NEL TEMPO O MENO. PRONTI???? VIA!

1. FRANCESCO GUNGUI PENSAVO DI SCAPPARE CON TE MONDADORI Un libro davvero inutile e 16 euro per questo libro non ne vale la pena. Protaginisti insignificanti e noiosi. Troppa pubblicità per un libro che non supera le aspettative.
2. ALESSANDRO MARI TROPPA UMANA SPERANZA FELTRINELLI Una storia popolare scoppiazzata qua e la dai classici. Un libro alto e pesante e neanche ben curato. No grazie. C'è di meglio please.
3. GIANRICO CAROFIGLIO IL SILENZIO DELL'ONDA RIZZOLI Una ricerca che non sta in piedi e in terra. Delusione totale e fine dei libri di Carofiglio. Non credo che comprerò più suoi libri.
4. LICIA TROISI IL SOGNO DI TALITHA MONDADORI Ripetitiva sei Licia hai stufato con il fantasy.
5. ANDREJ LONGO LU CAMPO DI GIRASOLI ADELPHI Ma com'è scritto????? Illegibile e trash.
6. MASSIMO CACCIAPUOTI NON LONTANO DA QUI GARZANTI Tristezza di generazione che comunque non rispecchia i canoni.
7. ELENA FERRANTE L'AMICA GENIALE EO L'ennesimo libro da adolescenti bimbiminkia.
8. STEFANO BENNI LA TRACCIA DELL'ANGELO SELLERIO Troppo surreale. W la realtà e abbasso la fantasia.
9. JOHN GREEN WILL TI PRESENTO WILL PIEMME Ma è un libro questo????
10. SIMONETTA AGNELLO HORNBY UN FILO D'OLIO SELLERIO Libro snobista, offensivo e non poco nei confronti dei siciliani. Troppi privilegi che pochi siciliani non hanno avuto.

Ecco la classifica dei libri più inutili, osceni e mal scritti del 2011 senza considerare che una volta letti veniva la voglia di buttarli (sebbene un enorme peccato) in pattumiera. Se proprio volete farvi male prendeteli in biblioteca. Spendere i soldi per questi libri non mi sembra il caso. C'è di meglio.

Nessun commento:

Posta un commento